News

Ecco gli aromi che contraddistinguono il Prosecco

Ecco gli aromi che contraddistinguono il Prosecco

Il successo del Prosecco è in gran parte dovuto alla sua freschezza e al suo bouquet aromatico fruttato, che lo hanno reso un vino versatile, ideale sia per aperitivo che da pasto. Il Prosecco infatti è caratterizzato da sentori che rispecchiano in larga misura le caratteristiche del vitigno Glera e del territorio.

Il territorio di produzione del Prosecco DOC si estende su diverse province del Veneto e del Friuli Venezia Giulia. È quindi un territorio a tratti collinare e a tratti pianeggiante, in alcune parti ghiaioso e in altre argilloso. All’interno di questo territorio si trovano le due DOCG di Conegliano Valdobbiadene e di Asolo, che sono collinari e più limitate. Queste differenze nel territorio generano delle diverse sfumature aromatiche.

La mela verde è il sentore più caratteristico del vitigno Glera e presente in tutti i Prosecco. A questo si possono affiancare dei sentori agrumati, di frutta matura e di fiori bianchi. I sentori agrumati ricordano il limone, se le uve sono state coltivate in zone pianeggianti, e il cedro, se provenienti da zone collinari. La frutta matura può ricordare la pera, se da uve coltivate in pianura, e la banana, se da uve coltivate in collina. Ci sono poi numerosi altri sentori che si possono trovare nei diversi Prosecco (es. erbe mediterranee, biscotto, camomilla, …) e che rendono i bouquet vario e complesso.

Scopri tutto quello che c'è da sapere sul Prosecco alla mostra Prosecco&Superiore a Ca' dei Carraresi, Treviso. All'interno della mostra è presente una suggestiva sala per conoscere gli Aromi del Prosecco. Nel bookshop è disponibile la collezione Aromi di TasterPlace, con la pubblicazione, dedicata a questo meraviglioso vino.